Il Maestro Sandro Cappello ottavo dan

Il Maestro Sandro Cappello entra ufficialmente nel gotha del taekwondo italiano conseguendo l'ottavo dan.

Un risultato giunto dopo ben 38 anni dedicati alla disciplina, prima come atleta agli ordini del Maestro Canale, in seguito fondando la società sportiva SportVillage, che festeggerà nel 2019 i 30 anni di attività.

Al Maestro Cappello vanno i complimenti del Presidente Regionale Laura Toma, di tutto il comitato e i tesserati liguri.

Dicembre, premiati gli atleti liguri più rappresentativi.

Tempo di premiazioni per il taekwondo ligure, che ha visto i suoi migliori atleti ricevere importanti riconoscimenti. A Savona, venerdì 14 dicembre, il Coni provinciale ha premiato Gaia Gavaroneper il titolo italiano conquistato nella categoria juniores -49kg. Domenica 16, poi, l’Unione Nazionale Veterani dello Sport ha premiato, presso il Palazzo delle Federazioni di Genova, Matteo Vaghini (Marassi Taekwondo) e Alessio Guastella (Taekwondolimpico), riconoscendo gli ottimi risultati ottenuti nel 2018: per Vaghini, in particolare, il terzo posto ai campionati italiani cinture nere juniores, mentre Guastella ha visto riconosciuti i tanti piazzamenti a livello nazionale nelle forme.
 
Venerdì 21, infine, è stata la volta dei campioni italiani genovesi: Silvia Rossi (Campionati nazionali universitari), Augusto Campazzo (Olympic Dream Cup) e Gian Alberto Ballerino (Campionati italiani cinture rosse). I tre atleti atleti della Scuola Genova hanno ricevuto dal Coni la medaglia d’oro nell’ambito del “Natale degli Sportivi genovesi 2018” organizzato presso la prestigiosa location della Sala Maestrale ai Magazzini del Cotone.
 
Soddisfazione nelle parole del Presidente Regionale Laura Toma: “Il nostro è un movimento in continuo sviluppo, capace di presentare sempre nuovi giovani campioni. Dietro a veterani come Silvia Rossi, capace di vincere nel 2018 il terzo oro consecutivo ai CNU, stanno crescendo promesse ormai affermate come Campazzo e volti nuovi come Guastella e Ballerino i cui nomi iniziano a circolare anche a livello nazionale. Per tutti i taekwondoca liguri l’augurio per il 2019 è quello di coltivare sogni sempre più sfidanti e di raggiungere i loro obiettivi”.
 
Riccardo Persano
 

Taekwondo, ai campionati italiani di forme cinque medaglie per la Liguria. Tredicesima medaglia per Cheli.

Si sono svolti sabato 15 e domenica 16 dicembre i campionati italiani cinture nere di taekwondo dedicate alle forme, dimostrazioni tecniche a simulazione di combattimenti contro più avversari immaginari, e freestyle, specialità che unisce la marzialità del taekwondo a figure derivate dalla ginnastica artistica.
 
Al palazzetto dello sport di Arezzo si sono sfidati atleti da tutta Italia, sotto gli occhi, tra gli altri, anche dello staff della Nazionale, sempre alla ricerca di nuovi talenti da selezionare per i prossimi appuntamenti internazionali. Sui taccuini degli scout azzurri sarà senza dubbio finito, ancora una volta, il nome di Maurizio Cheli. Il genovese classe 1989, infatti, ha centrato ancora una volta il podio nelle forme, categoria seniores, classificandosi terzo e sconfitto per soli 3 centesimi dal nuovo campione nazionale, il campano Umberto Pastore. Cheli, che ha anche vestito la maglia azzurra in occasione dei campionati europei di Belgrado 2015, è un habitué del podio più importante, che ad Arezzo ha raggiunto per la tredicesima volta. “Essere tra i migliori tre in un campionato italiano è sempre una gioia nuova che, con tanta esperienza e allenamento, sto rendendo una bella abitudine di anno in anno” - commenta Cheli, che oltre ad essere atleta è anche maestro della Taekwondolimpico Genova e neo papà - “Ammetto che allenarsi e seguire i miei ragazzi nello stesso momento è molto complicato, a maggior ragione con una figlia piccola a casa. Ma con qualche sacrificio riesco a portare avanti tutto, anche a costo di ripassare la forma tra un corso e l’altro”.
 
Argento anche per Renzo Caraccia, Polisportiva Città dei Ragazzi, nel parataekwondo. Per lui, prima cintura nera paralimpica del movimento ligure, una soddisfazione resa ancor più grande dai complimenti ricevuti dal Maestro Park, presidente onorario della Federazione Italiana Taekwondo “Sono orgoglioso del mio risultato, mi sono allenato molto duramente in palestra con il mio maestro Luca Marcato e i miei compagni” commenta Caraccia “Ricevere, poi, i complimenti del maestro Park e l’invito ad allenarmi con la nazionale paralimpica mi riempi di gioia, non vedo l’ora di vivere questa esperienza”.
 
Nelle forme, infine, medaglia di bronzo per la chiavarese di nascita, e genovese d’adozione, Magdalena Greco, classe 2005 in forza alla Scuola Genova. Magdalena ha poi concesso il bis anche nel freestyle, classificandosi terza. Per la Scuola Genova è arrivata dal freestyle anche la terza medaglia della manifestazione, conquistata dal giovanissimo Federico Serain, undici anni.
 
Si fermano prima della zona medaglia gli altri liguri in gara: Germano Pirino, Benedetta Pozzi, Glisha Radu, Andrea Norbiato e Manuel Salvadori. 
 
Con cinque medaglie, il taekwondo ligure chiude un’edizione record del campionato italiano forme, salutando nel migliore dei modi il 2018 e preparandosi a un 2019 che inizierà nel segno del combattimento, a partire dall’internazionale Insubria Cup in programma il 26 e 27 Gennaio a Busto Arsizio e che conta oltre 1.200 iscritti.
 
 
 
 

Parla ligure la Junior Cup. Scuola Genova e San Bartolomeo trionfano a Quiliano.

L’undicesima edizione della Junior Cup, svoltasi l’8 e 9 dicembre al Palasport di Quiliano (SV) va in archivio con il record di partecipanti, seicento, e di società, 54 in rappresentanza di tredici regioni, oltre che di San Marino e Nizza. Numeri che riprovano ancora una volta l’ottimo livello raggiunto dalla manifestazione, voluta da maestro Giovanni Caddeo nel 2007 e diventata oggi una vera e propria classica nel panorama italiano. In un contesto di altissimo livello hanno brillato le tante scuole liguri iscritte, a partire dalla Scuola Genova del maestro Fugazza, prima nella giornata di sabato, dedicata alle categorie giovanili (classi dal 2012 al 2007), con 15 ori, 9 argenti e due bronzi. Un risultato che conferma il vivaio del maestro Fugazza tra i migliori a livello nazionale: “I nostri piccoli atleti sono stati fantastici, il loro impegno e la grinta dimostrata sul tappeto hanno permesso ad ognuno di loro di ottenere prestazioni positive e di vincere divertendosi." Secondi i francesi della Taewkondo Nice Elite, mentre sul terzo gradino del podio salgono i padroni di casa dell’Olimpia Savona, grazie a 6 ori, 12 argenti e 4 bronzi "Questa gara per noi è speciale e salire sul podio in casa nostra è sempre un’emozione unica, il pubblico è caldissimo e siamo felici di averlo reso felice” il commento di un soddisfatto Caddeo. 
 
Domenica in scena le categorie under 15, under 17 e senior. Trionfa la San Bartolomeo della maestra Ivana Caneddu che mette a referto sei ori, un argento e tre bronzi, classificandosi davanti al Centro Taekwondo Viareggio e, ancora una volta, alla Scuola Genova (quattro ori, cinque argenti, sette bronzi). Brilla in particolare Aurora Ceccantini, già medaglia di bronzo in Coppa Italia a Giugno e che inizia quindi alla grande la stagione 2018/2019: per la giovane classe 2005 sono tre vittorie su altrettante gare, dopo le affermazioni agli interregionali di Brescia e Torino. Un ruolino di marcia che la candida tra le pretendenti al titolo italiano cadetti ai prossimi campionati italiani cinture nere in programma a febbraio. Felice la maestra Caneddu: “Questa per noi è la prima affermazione a livello di squadra e dimostra il grande lavoro svolto da tutto lo staff insegnanti e, in primis, dai ragazzi che ogni giorno s’impegnano al cento per cento. La giornata era iniziata male, con la sconfitta di una delle nostre punte di diamante, ma poi è andata in crescendo fino alla vittoria finale”.
Soddisfazioni anche per le tante altre società liguri presenti a Quiliano. Fa festa la Lanterna Taekwondo che porta a casa 5 ori, 3 argenti e 10 bronzi. Cinque ori, quattro argenti e tre bronzi per l’Athletic School Tigullio, conditi dalla grande prestazione di Mohaiz Rehan, che vince per ko la sua finale. Quattro ori e tre bronzi per la Hung Ki Kim, mentre è di due ori e due bronzi il bottino della Hwasong. Due ori, due argenti e cinque bronzi per il Centro taekwondo Genova, mentre sono due ori e due bronzi per l’Olympic Taekwondo Center. Due ori, due argenti e due bronzi per lo Sport Village e solito show per Viknes Panchabalasingham che vince tre incontri, due dei quali per superiorità tecnica prima del limite. Cinque ori, due argenti e un bronzo per la Black Shark del maestro Roberi. Un oro, tre argenti e due bronzi per la Black Dragon della maestra Canepa, mentre ci sono un oro, cinque argenti e tre bronzi per la Scuola Genova Due. Sei argenti e quattro bronzi per la Marassi Taekwondo, che si gode la crescita di Matteo Vaghini, che si arrende solo in finale a Gianmarco Moschin, atleta nel giro della nazionale azzurra, con il punteggio di 6 a 8.
 
Per il taekwondo ligure ora fari puntati sulle forme e sul freestyle, protagonisti del campionato italiano in programma ad Arezzo il 15 e 16 dicembre. Per i liguri speranze riposte soprattutto in Maurizio Cheli, Alessio Gaustella, Andrea Norbiato e Magdalena Greco.
 
 
 

Cerca

Radio 19

Dae do

 

 

Immagini Casuali

  • NotteMagica_kukkiwon_autorita.jpg
  • 1000.JPG
  • Taekopix_WordMastersGames2013_Fugazza_B6961.jpg
  • 344.jpg
  • DSC_1325.JPG
  • DSC07088.JPG
  • DSC05931 Autostr Nervi.JPG
  • IMG_5957 Mara Rattone.JPG
  • dsc6864.jpg
  • IMG_0157.JPG
  • 2013-11-22 19.34.55.jpg
  • DSC00680.jpg
  • IMG_8550.JPG
  • Federica Perugini con il Maestro Pietro Fugazza ai Campionati Italiani 2013 a Roma.jpg
  • quiliano_2008_04.jpg
  • IMG_7605[1].jpg
  • IMG_7529[1].jpg
  • IMG_8745.JPG
  • DSC03204.JPG
  • DSC_1148.JPG