CAMPIONATI ITALIANI JUNIORES, GAIA GAVARONE È ORO. ARGENTO PER FRAU, DERMIDOFF E PIRINO

Ben 14 podi per le società liguri.

Brillano le stelle del taekwondo ligure ai campionati campionati italiani dedicati alle cinture nere cadetti (under 15) e juniores (under 18) che si sono tenuti dal 2 al 4 marzo a Olbia. Un’edizione che ha visto la partecipazione di oltre 470 atleti da tutta Italia con l’obiettivo di conquistare il titolo di campione e la possibilità di essere convocati nella nazionale italia che, il prossimo 6 aprile a Hammamet (Tunisia), parteciperà al torneo di qualificazione per le prossime Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires.
 
Le soddisfazioni per le società liguri sono arrivate soprattutto nella prima giornata di gara, che vedeva sui tatami le categorie femminili. Dopo cinque appassionanti incontri, infatti, la savonese Gaia Gavarone si è laureata campionessa italiana, battendo in finale con il risultato di 8-7 la marchigiana Al Halwani, atleta già nel giro della nazionale di categoria. “Sono felicissima, questa vittoria la dedico prima di tutto al mio maestro, Giovanni Caddeo che mi è sempre stato vicino e mi ha sempre sostenuto e ai miei genitori. Se sono qui è grazie a loro”. Gaia, in forza alla società Olimpia, pratica taekwondo dall’ età di 8 anni e non ha alcuna intenzione di smettere: “Ho iniziato quasi per caso, come molti bambini, ma mi sono innamorata subito di questa disciplina, capace di formarti sia a livello fisico che mentale. Certo, è uno sport che ti richiede tanti sacrifici e molte sono le feste con gli amici cui ho dovuto rinunciare, ma momenti come questo mi ripagano di tutto. Oggi sono felice.” L’oro di Gaia, insieme all’altrettanto meritata medaglia di bronzo di Sofia Ciarlo, permette all’Olimpia di ottenere uno splendido quarto posto nella speciale classifica per società. Per la società del maestro Caddeo, soddisfazioni arrivano anche in campo maschile con Luca Gualdi, bronzo negli juniores maschili 78 kg.
 
Ma le gioie per la Liguria del taekwondo non sono finite qui. Sempre in campo femminile arrivano due medaglie pesanti come il bronzo di Eleonora Traverso e l’argento di Giorgia Pirino, entrambe Scuola Genova. In particolare, Giorgia è stata protagonista di una gara a tinte agrodolci: perfetta nei turni eliminatori, la giovane classe 2003 si è dovuta arrendere in finale con la lombarda Dedonata per un solo punto subito nei secondi finali del match: “Sono delusa, sapevo di poter puntare all’oro, ma proprio quando lo avevo più vicino ho mollato mentalmente e la mia avversaria ne ha approfittato per piazzare il colpo vincente. Ora non mi resta che tornare ad allenarmi e prendermi la mia rivincita già in occasione dellOlympic Dream Cup del 4 e 5 giugno a Roma. Per la Pirino si tratta del quarto argento consecutivo tra cadetti e juniores. Bronzo anche per il campione in carica Augusto Campazzo, reduce da un fastidioso infortunio al ginocchio che ne ha frenato la corsa, e per Brigida Bernardi (SportVillage), che ha preparato l’appuntamento svolgendo anche uno stage in Norvegia, con la campionessa inglese Bianca Walkden.
 
Solo sorrisi invece per le altre medaglie liguri, che arrivano da atleti debuttanti a questi livelli: per la Lanterna Taekwondo del maestro Terrile si vestono d’argento Federico Frau, nei cadetti 65 kg, e compagno Alessandro Dermidoff: “Si è trattato di una gara stupenda” - il commento di Alessandro - “In finale ho trovato un avversario più preparato di me, che ha avuto meritatamente la meglio. Ma un argento al debutto è quanto di più bello potessi augurarmi alla vigilia della partenza per Olbia”.
 
È un bronzo che lascia più che soddisfatti anche quello conquistato da Matteo Vaghini (Marassi Taekwondo) campione italiano cinture rosse nel 2017, passato tra le nere: “Sono arrivato qui animato soprattutto dal desiderio di dimostrare a me stesso che posso dire la mia anche a questi livelli e il credo di aver raggiunto l’obiettivo. Certo, farlo con una medaglia di bronzo è anche meglio.” Bronzo anche per Daniele Manzo, Lanterna, arresosi dopo due tre incontri al vincitore della categoria, il romano Riondino.
 
Si fermano invece prima del podio gli altri genovesi in gara: Paola Nardi, Simone Effori, Francesco Bottino, Andrea Fossa, Lorenzo Rota, Erica Brugola, Andrea Norbiato, Erica Risso e Yago Campanella.
 
Per il taekwondo genovese, il prossimo appuntamento sarà il campionato interregionale, che si terrà a Quiliano (Sv) il 28 e 29 aprile. 
 
Riccardo Persano
 
 

La gioiosa invasione dei baby campioni premia la Scuola Genova

Il Palacus di Genova torna cornice di un importante evento legato al taekwondo per i più piccoli. Nella location di Viale Gambaro, Genova, è andata in scena domenica 25 febbraio l’ottava edizione del Trofeo Lanterna, gara di combattimento dedicata alle categorie giovanili: Esordienti (classi 2009-2012) e Cadetti (classi 2004-2008). Quasi 500 bambini e ragazzi provenienti in rappresentanza di 40 società da Liguria, Piemonte, Lombardia, Sardegna e Toscana hanno “invaso” i sei campi di gara allestiti per l’occasione dando vita a una giornata di sport e divertimento che non ha dimenticato l’agonismo, soprattutto per i cadetti A cinture nere, che saranno protagonisti sabato 3 marzo a Olbia dei campionati italiani di categoria.

Tantissime le soddisfazioni per le scuole ligure, che hanno quasi monopolizzato il medagliere finale al primo posto, infatti, troviamo la Scuola Genova con ben 17 ori, 8 argenti e 8 bronzi. Per la scuola del maestro Fugazza, queste le medaglie. 
Oro: Filippo Patri, Alessio Egelonu, Lucrezia Maloberti, Ludovica e Federico Serain, Alessandro e Alice, Marta Ferraris, Emanuele Ferrari, Ginevra Venturi, Nicolò Rebolino, Lorenzo Milia, Giulia Pollini, Virginia Lampis, Emma Palladino, Viola Fregara, Gianalberto Ballerino. Argento: Riccardo Pastore, Gabriel Ferraris, Lorenzo Pagano, Josha Radu, Serigne Gaye, Andrea Norbiato, Emma Caponi, Lorenzo Moretti. Bronzo: Iasmina Moraru, Mame Fatou Gaye, Matteo Uche Egelonu, Lorenzo Laurianti, Ottavio Marianini,  Augusto Campazzo, Glisha Radu, Valerio Villegas. 
Sul secondo gradino del podio si piazza la società di casa, Lanterna Taekwondo, con 11 ori, 6 argenti e 8 bronzi. Per il maestro Terrile queste le medaglie. Oro: Simone Effori, Anna Fossaceca, Tommaso Fossaceca, Andrea Abbate, Matthew Cavazzuti, Savery Vassallo, Diego Cappelletti, Francesco Grosso, Francesco Volpe, Silvia Guenna, Andrea Ambrosi. Argento: Federico Frau, Serena Ferro, Mattia Ventimiglia, Mattia Canesi, Alberto Contardo, Dylan D’intino. Bronzo: Floriano Fraternale, Nicolò Canesi, Matteo Casanova, Raffaella Cossu, Filippo Di Duca , Diego Costi, Tommaso Perticaro, Martina Gambini.
 
Quarta la Polisportiva Città dei Ragazzi, che sfiora il terzo posto con 5 ori, 3 argenti e 3 bronzi, dove si piazza la società Rozzano, con lo stesso numero di ori, ma più medaglie d’argento e bronzo (9 e 8). Le medaglie portate alla società del maestro Marcato sono state ottenute da Gabriele Queirolo, Giulia Benvenuto, Tommaso De Lilla, Lorenzo Manzone e Habiba Afli (oro); Fabrizio Queirolo, Samanda Salla e Giulia Olcese (argento); Federico Morselli, Matteo Cafferata, Giovanni Auberti.
 
Sorridono anche le altre società liguri. Il Taekwondolimpico Genova ottiene quattro medaglie d’oro e il quinto posto finale in classifica con le affermazioni di Amanuel Ferraro, Luca Morello, Lorenzo Trioli e Tiziano Ambrosetti. Tante medaglie anche per l’Athletic School Tigullio Chiavari del maestro Brizzolara, con gli ori di Alice Colpa, Angelica Bottino e Manuel Morreale; gli argenti di Bartolomeo Rocca, Manuel Bongiorno, Samuel Ballan, Jacopo Quaglierini, Tommaso Sanguineti e Andrea Blandino e i bronzi di Andrea Antireno, Francesco Garibaldi, Dario Cerato, Giorgia Macchioni e Magdalena Greco. Due ori (Francesca Romeo, Alessandro Carta) e tre argenti (Nicole Masala, Gioia Piazza, Patrizia Romeo)  e cinque bronzi (Leonardo Pietragalla, Alessio Mucchi, Ivan Lombardi, Thomas Messori, Giorgia Basso) per la Black Dragon della maestro Canepa, mentre il maestro Persano e la Marassi Taekwondo fan festa con l’oro di Tommaso Turco, l’argento di Serena Mannarino e il bronzo di Elisa Lutzu. Medaglie anche per il Centro Taekwondo Genova, con l’oro di Lorenzo Noli, gli argenti di Enrico Peposhi, Tommaso Rubini e Sofia Laganà e i bronzi di Julia Polimeno, Alessandro De Chiara e Gabriele Rombji. Un oro e un argento anche per lo SportVillage: vince Emanuele Penniello, mentre sul secondo gradino sale Francesco Salomone. Due argenti e due bronzi per il GS San Bartolomeo della maestra Ivana Caneddu, rispettivamente con Aurora Ceccantini e Berenica Dapino (argento) e con Alessandro Luti e Giacomo Edia (bronzo). La Dojang del maestro Curto rientra dal Palacus con le medaglie di Martina Franchini (argento), Riccardo Galeazzo, Sarah Aprile, Beatrice Bombaci e Valentina Castagnini (bronzo). Quattro medaglie per la Hwasong: fanno felice il maestro Cavanna Stefano Maggiolo (argento), Emanuele Fano, Filippo Righi e Massimiliano Robertazzi (bronzo). Infine, gara di debutto per il Taekwondo Vallescrivia. La società della maestra Paola Remussi è l’ultima nata nel movimento ligure e affronta il suo battesimo ottenendo quattro podi che fanno ben sperare in vista del futuro. Un argento con Matteo Indeo e tre bronzi, ad opera di Matilde Cicerone e dei fratelli Filippo e Marta Brillado. 
 
Riccardo Persano
 

GLI ATLETI LIGURI A LEZIONE DA COOK E WALKDEN

Røra per preparare al meglio Italiani e Olympic Dream Cup

Si è svolto a Røra, Norvegia, dal 16 al 19 febbraio la terza edizione dell’International Friendship Fight Camp, campus d’allenamento che ha richiamato 285 atleti di alto livello da tutto il mondo: Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Norvegia , Svezia e Iran. Docenti d’eccezione, oltre ai maestri della nazionale greca e norvegese, anche la “coppia d’oro” del taekwondo: Bianca Walkden e Aaron Cook, vere superstar del taekwondo, che hanno diretto i due allenamenti giornalieri in programma e ispirato gli atleti presenti con i loro consigli ed esperienze diretta.

A Røra era presente anche una delegazione di atleti liguri, provenienti dalle società Olimpia e SportVillage e capitanata dal maestro Giovanni Caddeo: Brigida Bernardi, Gaia Gavarone, Sofia Ciarlo, Yago Campanella, Alessandro Pileri , Alice Manca, Emanuele Penniello, Lucrezia Visconti e Giorgio Musso. Per tutti, il campus è stata anche l’occasione di sostenere una prova generale in vista degli appuntamenti agonistici più importanti di una stagione che inizia a entrare nel clou: il 3 e 4 marzo, infatti, sono in programma a Olbia i campionati italiani cadetti (under 13) e juniores (under 18), mentre il 4 e 5 giugno, a Roma, sarà la volta della Olympic Dream Cup.

Tra le protagoniste annunciate di entrambe le manifestazioni, c’è sicuramente Gaia Gavarone, già nel giro della nazionale juniores: "In Norvegia mi sono trovata molto bene ed essere allenata da dei campioni è stata davvero una bella esperienza” racconta Gaia, che a gennaio ha svolto uno stage di tre giorni con la nazionale azzurra:“Essendo già stata allenata da dei campioni e maestri con molta professionalità nel raduno italiano, sono riuscita ad affrontare questi allenamenti nel migliore dei modi, cercando soprattutto di testare la mia preparazione in vista degli italiani, dove punto a confermare la medaglia ottenuta nel 2017”

Le fa eco Brigida Bernardi, anch’essa tra le possibili medaglie liguri a Olbia: “É una grande emozione allenarsi con certi campioni, per un attimo mi sono sentita come quando, da bambina, osservavo i più grandi in palestra. A Olbia so che sarà difficile, ma dopo aver combattuto con Bianca non posso certo temere nessuno!”

A Olbia, la Liguria schiererà altri “big” come i campioni in carica Eleonora Traverso e Augusto Campazzo, oltre ai campioni italiani cinture rosse Erica Risso e Matteo Vaghini, che cercheranno di confermarsi anche tra le cinture nere.

Riccardo Persano

IN FOTO: Delegazione ligure con Cook e Walkden

 

Città dei Ragazzi brilla a Pesaro. Queirolo ancora d’oro

Ottima prova per la società genovese Polisportiva Città dei Ragazzi all’interregionale marchigiano di taekwondo, svoltosi il 17 e 18 febbraio presso la Fiera di Pesaro. Quasi 500 atleti da tutta Italia si sono affrontati in una due giorni di gare che ha visto anche la partecipazione di una delegazione proveniente da San Marino. Per la Città dei Ragazzi un bottino di cinque medaglie, con due ori, un argento e un bronzo, classificandosi al 17simo posto su 87 partecipanti nella speciale classifica per società.
Brilla ancora il giovanissimo Gabriele Queirolo, classe 2006, che sale sul gradino più alto del podio nella categoria verdi/blu al limite dei 41 kg. Per Gabriele si tratta di una conferma, dopo l’ottima medaglia d’oro ottenuta lo scorso 3 marzo all’Insubria Cup di Busto Arsizio. Vince anche Giulia Olcese, mentre le altre due medaglie sono rispettivamente di Giulia Benvenuto (argento) e Tommaso De Lilla (bronzo). Soddisfazione per il maestro Andrea Marcato: “Siamo molto felici del risultato ottenuto oggi” - il commento di Marcato - “La nostra spedizione era di soli 5 atleti e l’aver ottenuto ben quattro medaglie è per noi un grande risultato. Siamo una società giovane, ma abbiamo ragazzi volenterosi e famiglie che li seguono nel modo giusto. Sono sicuro che riusciremo a toglierci sempre più soddisfazioni”. 
L’attenzione per il taekwondo genovese si sposta ora sui prossimi appuntamenti, a partire dal Campionato Italiano Cadetti e Juniores, che si terrà a Olbia il prossimo 3 e 4 marzo.
 
Riccardo Persano
 
IN FOTO: i medagliati della Polisportiva Città dei Ragazzi
 

Cerca

Radio 19

Dae do

 

 

Immagini Casuali

  • 16169_1254110083556_1553680022_639062_6632575_n.jpg
  • DSC_0102.jpg
  • 1047.JPG
  • DSC05959.JPG
  • IMG_8745.JPG
  • 99.jpg
  • IMG_0142.JPG
  • DSC_1116.JPG
  • DSC00680.jpg
  • NotteMagica_kukkiwon_autorita.jpg
  • DSC_1292.JPG
  • dsc4989.jpg
  • D3200_20130203_736.jpg
  • 6x3.jpg
  • IMG_8550.JPG
  • IMG_7024.JPG
  • quiliano_2008_19.jpg
  • DSC00798.JPG
  • IMG_1835.jpg
  • dscc02309.jpg